Author Topic: GASGAS TXE  (Read 964 times)

Offline vin-lap

  • Hero Member
  • *****
  • Posts: 3058
  • Pordenone - FVG
    • View Profile
Re: GASGAS TXE
« Reply #15 on: Febbraio 12, 2018, 09:12:30 am »
un paio di precisazioni:
la soluzione monomarcia, pur con i suoi vantaggi, comporta che per andare veloci il motore gira molta veloce, i rendimenti calano ed i cuscinetti si consumano.....

anche con un rendimento del 90% da un 20Kw occorre smaltire 2Kw dal motore e volendolo tenere stagno non basta l'aria sul corpo esterno.....

con il motore "aperto e ventilato" come sui motori "stradali" è molto più facile.....
moto varie.....

Offline bibo

  • Hero Member
  • *****
  • Posts: 2578
  • Bello e Bannato
    • View Profile
Re: GASGAS TXE
« Reply #16 on: Febbraio 12, 2018, 02:23:27 pm »
un paio di precisazioni:
anche con un rendimento del 90% da un 20Kw occorre smaltire 2Kw dal motore e volendolo tenere stagno non basta l'aria sul corpo esterno.....
con il motore "aperto e ventilato" come sui motori "stradali" è molto più facile.....

In effetti 2KW da smaltire sono come un forno elettrico di casa o un phon "serio"  al massimo. Ma... per un phon al massimo basta appunto, la ventilazione stessa del phon. Forse sono molti di più da smaltire e quindi di nuovo il discorso di efficienza, oppure il problema ancora è il momento di picco e relativo surriscaldamento non solo del motore ma della batteria.

Siamo sicuri che sia del 90%? Grossolanamente e nel migliore dei casi si possono fare due cont. La batteria è da 4kW, la potenza di picco (20kW)  e potenza continua è da 10 kW, tutti i  numeri arrotondati per eccesso. Correggimi se sbaglio, ma in linea puramente teorica questo vuol dire uol dire che se teniamo il motore a 10 KW costanti (massima potenza continua) ci durerebbe circa 24 minuti senza considerare le pèerdite in calore. La potenza di picco è circa 20 Kw ma immagiono che, visto il raffreddamento ad acqua, il problema si più del surriscaldamento del pacco batterie che quello del motore. Il pacco batterie è a contatto per un intero lato con il motore, il che mi fa pensare che questa soluzione sia per "approfittare" del raffreddamento motore per raffreddare il più possibile il pacco batterie.

Vin-lap, tu che sei esperto correggimi se sbaglio, ma, un altro grossolano dato "di colore". Una buona cella commerciale 16850 "standard" da 3A di primaria marca (trustfire/panasonic/sony )  costa mediamente al pubblico, singola, circa 7$ se presa in confezione da 4. Sono 3.7 V nominali per 3 A nominali, il che porta a circa 11 W di capacità. Vuol dire che per fare la capacita di 3.9 Kw della FR ce ne vorrebbero circa 360... insomma, se ce la facciamo noi una batteria cosi costa in teoria 2500 $
Vin-lap, al netto delle approssimazioni sbaglio qualcosa?

Ciao!

Bibo
« Last Edit: Febbraio 12, 2018, 02:31:54 pm by bibo »
In ordine di apparizione: TA600+K640AdV+K690E+TRide290+2*(Alp200)+Freeride250F

Offline vin-lap

  • Hero Member
  • *****
  • Posts: 3058
  • Pordenone - FVG
    • View Profile
Re: GASGAS TXE
« Reply #17 on: Febbraio 12, 2018, 03:34:50 pm »
un paio di precisazioni:
anche con un rendimento del 90% da un 20Kw occorre smaltire 2Kw dal motore e volendolo tenere stagno non basta l'aria sul corpo esterno.....
con il motore "aperto e ventilato" come sui motori "stradali" è molto più facile.....

In effetti 2KW da smaltire sono come un forno elettrico di casa o un phon "serio"  al massimo. Ma... per un phon al massimo basta appunto, la ventilazione stessa del phon. Forse sono molti di più da smaltire e quindi di nuovo il discorso di efficienza, oppure il problema ancora è il momento di picco e relativo surriscaldamento non solo del motore ma della batteria.

Siamo sicuri che sia del 90%? Grossolanamente e nel migliore dei casi si possono fare due cont. La batteria è da 4kW, la potenza di picco (20kW)  e potenza continua è da 10 kW, tutti i  numeri arrotondati per eccesso. Correggimi se sbaglio, ma in linea puramente teorica questo vuol dire uol dire che se teniamo il motore a 10 KW costanti (massima potenza continua) ci durerebbe circa 24 minuti senza considerare le pèerdite in calore. La potenza di picco è circa 20 Kw ma immagiono che, visto il raffreddamento ad acqua, il problema si più del surriscaldamento del pacco batterie che quello del motore. Il pacco batterie è a contatto per un intero lato con il motore, il che mi fa pensare che questa soluzione sia per "approfittare" del raffreddamento motore per raffreddare il più possibile il pacco batterie.

Vin-lap, tu che sei esperto correggimi se sbaglio, ma, un altro grossolano dato "di colore". Una buona cella commerciale 16850 "standard" da 3A di primaria marca (trustfire/panasonic/sony )  costa mediamente al pubblico, singola, circa 7$ se presa in confezione da 4. Sono 3.7 V nominali per 3 A nominali, il che porta a circa 11 W di capacità. Vuol dire che per fare la capacita di 3.9 Kw della FR ce ne vorrebbero circa 360... insomma, se ce la facciamo noi una batteria cosi costa in teoria 2500 $
Vin-lap, al netto delle approssimazioni sbaglio qualcosa?

Ciao!

Bibo
già avere una nominale di 10 Kw e picco di 20 Kw vuol dire che 12 min a 20 Kw surriscalda il motore...

Il pacco batterie scalda sicuramente ma il problema è che il calore del motore è concentrato all'interno e farlo uscire senza ventilarlo all'interno non è facile,
poi avendo un raffreddamento a liquido tanto vale raffreddare tutto il possibile....

sicuramente i prezzi dei "pacchi batteria" dedicati sono sproporzionati al valore dei componenti, considera però che all'interno ci dovrebbe essere anche una scheda di controllo della corrente di scarica e della ricarica equilibrata delle singole celle....

sicuramente "rigenerare" un pacco esaurito con celle "commerciali" costerebbe "MOLTO" meno di un nuovo pacco "originale"....
moto varie.....