Author Topic: Difficile emozionarsi ancora per queste...  (Read 840 times)

Offline Valchisun

  • Moderatori
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 28940
    • View Profile
Re: Difficile emozionarsi ancora per queste...
« Reply #30 on: Giugno 15, 2019, 11:00:27 am »
Siamo sempre li', come accadde negli anni settanta con l'arrivo dei costruttori di moto giapponesi, si decreto' la fine di tanti piccoli imprenditori italiani, la stessa cosa che sta' accadendo oggi con l'arrivo del ciarpame cinese a basso costo, la fine dell'economia italiana ed europea, ma in entrambi i casi, non ci vedo dei grandi vantaggi.... E la soluzione giusta non mi sembra nemmeno quella di continuare a fare ingrassare gli imprenditori europei che tolgono il lavoro e l'occupazione nelle loro sedi in occidente per andare a produrre schifezze sbolognate per buone in zone del mondo dove la schiavitu' e' diventata sinonimo di manodopera...
« Last Edit: Giugno 15, 2019, 11:08:29 am by Valchisun »

Beta X 300 Cross Trainer
Ktm Super Duke 1290 R

Offline Enzo

  • Hero Member
  • *****
  • Posts: 7637
    • View Profile
Re: Difficile emozionarsi ancora per queste...
« Reply #31 on: Giugno 15, 2019, 12:25:48 pm »
Ma stiamo parlando di moto oppure di come gira l'economia in generale? Io non ho vissuto il periodo di transizione tra case del vecchio continente e quelle giapponesi, da quando sono stato in età da due ruote sono esistite solo le Jap con le altre come comprimari, comunque loro hanno portato innovazione è qualità, non subito ovviamente. I Cinesi non so se ci riusciranno...
Honda NC 750 X 
Beta Evo 300

Offline Bikerider

  • Hero Member
  • *****
  • Posts: 4398
    • View Profile
Re: Difficile emozionarsi ancora per queste...
« Reply #32 on: Giugno 15, 2019, 03:12:08 pm »
Viste le affermazioni del Valchi e la domanda di Enzo, gli imprenditori non trovano un ambiente favorevole in Italia.

Intendiamoci, non sono certo le prime o uniche vittime del "sistema Italia" ma sono sicuro che se trovassero una situazione politica, sociale e anche giuridica non così devastata, sarebbero in molti a rimanere.
If everything seems under control, you're just not going fast enough.

KTM EXC 250 Six Days 2T
Beta evo 300 2T
Honda NC700X DCT   Il miglior elettrodomestico che abbia mai avuto

Offline ilario

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Posts: 2626
    • View Profile
Re: Difficile emozionarsi ancora per queste...
« Reply #33 on: Giugno 15, 2019, 03:17:25 pm »
Enzo noi non abbiamo vissuto un periodo di transizione ma alla nascita crescita e scomparsa della moto occidentale.
I primi sono stati gli Inglesi che sono stati i re incontrastati della moto di grossa cilindrata europea e che non sono riusciti a rinnovarsi
in tempo come i Tedeschi con la Bmw che costruiva delle ottime moto da guerra e che finita la guerra non avevano piu' motivo di
esistere tanto da essere stati ad un passo dalla chiusura e dall'essere acquisiti dal gruppo Castiglioni.
I marchi Italiani riuscirono a reggere meglio con Guzzi-Ducati -Morini-Benelli-Mv fino ad essere ad un pelo dallo scomparire, solo la comparsa dei Castiglioni che con un mix tra genio e pazzia riuscirono a fare ridecollare marchi ormai morti e defunti.
Dobbiamo a loro(con tutte le controidicazioni del caso ed i problemi economici lasciati alle spalle)la rinascita e l'esistenza di marchi
storici che sarebbero definitivamente scomparsi e/o finiti nei musei.
I giapponesi costruivano ottimi motori ma furono costretti a "comperare" tecnici Italiani che insegnassero loro a realizzare telai e
componentistica che permettesse alle loro moto di rimanere in strada.
Mitiche le sfide Giappone-Italia con la Serravalle a fare da arbitro imparziale--si partiva da Varese dopo cena e si andava a bere il caffe'
a Genova--fino agli appennini non c'era storia perché le Giappi ci sovrastavano in cavalleria e sul dritto vanno tutti forte--poi con le
nostre Guzzi e Ducati li si prendeva e riuscivamo ad aver bevuto il caffe quando loro arrivavano a Genova.
Poi impararono a fare i telai e freni e per le moto Europee non ci fu piu' storia perche'il loro livello di cura e finiture non lasciava
scampo alle nostre che arrugginivano al solo guardarle.
Quanto ai "Cinesi"meglio identificarli come Asiatici perché ci sono una infinita' di stati che producono moto si sta assistendo alla copia
dei Giapponesi degli anni 60--partenza in sordina con moto mediopiccole e poi invaderanno il mercato con tutto di piu' a prezzi stracciati e buona qualita'.
Quanto all'Europa si dovra' accontentare(se ci riuscira') di moto di alto livello e qualita' prodotte in numeri molto bassi.

Offline Valchisun

  • Moderatori
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 28940
    • View Profile
Re: Difficile emozionarsi ancora per queste...
« Reply #34 on: Giugno 15, 2019, 08:05:11 pm »
Francamente pensare che possa arrivare qualcosa di valido dalla Cina o dal Sud Est asiatico in generale, di qualunque settore merceologico si tratti, la vedo molto, molto dura, non appena si tratta di qualunque cosa ad alto contenuto tecnologico, la loro produzione cessa di diventare economicamente competitiva, loro possono, al massimo, puntare al mediocre, e' quello che mi sento dire in continuazione da coloro che hanno rapporti commerciali con quelle realta'.

Beta X 300 Cross Trainer
Ktm Super Duke 1290 R

Offline teo91

  • Sr. Member
  • ****
  • Posts: 429
  • Santa Giustina (BL)
    • View Profile
Re: Difficile emozionarsi ancora per queste...
« Reply #35 on: Giugno 15, 2019, 08:15:16 pm »
Valchi ti sto scrivendo da un cellulare xiaomi pagato un quinto di un prodotto premium e verosimilmente la metà di un pari livello di "marca"... Sul lungo termine sarà proprio questa mentalità a fregarci, diamo per scontato che non saranno mai capaci di realizzare prodotti di alto livello... Sono fermamente convinto del contrario, guarda com'erano i giapponesi e dove sono ora.
Husqvarna te 300
Kawasaki versys 650