Author Topic: Kevin Schwantz  (Read 6385 times)

sgnaus

  • Guest
Re: Kevin Schwantz
« Reply #15 on: Febbraio 02, 2013, 01:05:25 am »
Basta che non ti ripeti, che qui si parla di gente col pelo sullo stomaco...  :sig:
uao, parlate di Valentino? un grande...
 sm400


Uploaded with ImageShack.us
« Last Edit: Febbraio 02, 2013, 01:09:32 am by sgnaus »

E 4rt

  • Guest
Re: Kevin Schwantz
« Reply #16 on: Febbraio 02, 2013, 06:41:24 am »
Erano altri tempi, le moto non avevano tante "menate", era tutto meno esasperato, al massimo si grippavano i motori e non si riusciva a tenere giu' la ruota davanti in uscita di curva, non si costruiva una moto da Gp in funzione della gomma, si davano soltanto tutti i cavalli possibili al motore e poco altro, ma il fuoriclasse veniva sempre fuori, le moto costavano molto meno, i piloti pure, ma ogni gara era un evento, si correva con il cuore ed il comando del gas, riuscire a vedere le gare in tv era un'impresa, adesso si vive di troppa "dietrologia", di troppe parole....
Rossi ha vissuto con il mito di Schwantz! :PDT_Armataz_01_37:
Che le moto non avessero tanto menate  non mi sembra vero , era tutto in funzione del periodo, il massimo della tecnologia disponibile in quel periodo era quella  e quella si usava. Però le moto perdonavano molto poco gli errori e ti lanciavano in aria in un niente,le gare dei tempi di Shwantz  e compagnia si vedevano in televisione tranquillamente  , non esagerare con i " i bei tempi di una volta ". Comunque sono della idea che tipi ruspanti come lui servirebbero per lo spettacolo, ma credo che in questa motogp da fighetti farebbe poca strada.

sgnaus

  • Guest
Re: Kevin Schwantz
« Reply #17 on: Febbraio 02, 2013, 09:30:22 am »
Che le moto non avessero tanto menate  non mi sembra vero , era tutto in funzione del periodo, il massimo della tecnologia disponibile in quel periodo era quella  e quella si usava. Però le moto perdonavano molto poco gli errori e ti lanciavano in aria in un niente,le gare dei tempi di Shwantz  e compagnia si vedevano in televisione tranquillamente  , non esagerare con i " i bei tempi di una volta ". Comunque sono della idea che tipi ruspanti come lui servirebbero per lo spettacolo, ma credo che in questa motogp da fighetti farebbe poca strada.
:PDT_Armataz_01_37: hai centrato il problema, è inutile dire che le moto di una volta erano meglio, erano semplicemente figlie del loro tempo come lo sono quelle di oggi, non è che corressero la classe 500 o la F1 con quei mezzi perchè fosse meglio per lo spettacolo: quello c'era e quello usavano ed era il massimo della tecnologia disponibile esattamente come oggi, i piloti erano anche loro figli del loro tempo e oggi probabilmente, non sarebbero granchè, come del resto i piloti di oggi non sarebbero granchè con le moto di allora

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Posts: 29234
  • Quartier del Piave (TV)
    • View Profile
Re: Kevin Schwantz
« Reply #18 on: Febbraio 02, 2013, 09:50:04 am »
Questo è palese  :OK:
Io credo che E 4rt (ma come hazzo ti chiami?  sm444 ) volesse dire un'altra cosa: che con quelle moto ci si saliva su e vinceva chi dava più gas rimanendo in piedi, mentre adesso molti non rendono se la moto non è tagliata su misura ed aderente senza grinze come una tuta da slittino. Poi sono entrati in ballo anche tanti altri fattori, come il monogomma che ha costretto a produrre, con alterni risultati e diversi esiti, moto in funzione delle gomme (che cambiano anche anno per anno), la telemetria che permette di ritagliare la gestione del motore in base alle caratteristiche del pilota curva dopo curva, i regolamenti stessi fatti per premiare qualcuno e quindi, da brava coperta corta, a penalizzare altri. Il risultato è che oggi si vola lo stesso e per altri motivi, ma sicuramente i piloti sono più abituati alla pappa pronta e se una copertura non raggiunge una temperatura esatta su di un lato pare che si sia aperto il buco dell'inferno. Forse possiamo dire che se c'è stato un livellamento a livello personale (ossia per guidare quelle moto per bene esiste al mondo non più di una ventina di persone) oggi la sintonia uomo-macchina è diventata più vincolante in termini di prestazione, mentre in passato sicuramente era ancora l'uomo a fare la differenza, tanto per non usare frasi fatte.
Fantic Motor TZ250 ES Scuderia Six Days
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"

E 4rt

  • Guest
Re: Kevin Schwantz
« Reply #19 on: Febbraio 02, 2013, 10:02:09 am »
Ciao Alex , puoi chiamarmi Enzo !

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Posts: 29234
  • Quartier del Piave (TV)
    • View Profile
Re: Kevin Schwantz
« Reply #20 on: Febbraio 02, 2013, 10:04:18 am »
Ciao Alex , puoi chiamarmi Enzo !

 sm13
Fantic Motor TZ250 ES Scuderia Six Days
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"

sgnaus

  • Guest
Re: Kevin Schwantz
« Reply #21 on: Febbraio 02, 2013, 10:06:26 am »
Questo è palese  :OK:
Forse possiamo dire che se c'è stato un livellamento a livello personale (ossia per guidare quelle moto per bene esiste al mondo non più di una ventina di persone) oggi la sintonia uomo-macchina è diventata più vincolante in termini di prestazione, mentre in passato sicuramente era ancora l'uomo a fare la differenza, tanto per non usare frasi fatte.
certamente, ma è così in tutti i campi dove c'entra la tecnologia in modo preponderante. la sensazione che ho leggendo alcuni post e non necessariamente quelli di E4rt, è che si sia portati a dare più valore umano ai piloti di un tempo ed è questo secondo me l'errore, perchè le capacità personali si sviluppano in funzione dei fattori esterni, se una volta correvano in un determinato modo diciamo "eroico" (per usare un termine che non mi piace in ambito sportivo) è perchè la tecnologia disponibile richiedeva quello per emergere. non è detto che al giorno d'oggi, avere tanta sensibilità da saper riconoscere la diversa temperatura di una gomma sui due lati, possa a modo suo, essere meno "eroico", è una facolt che si è sviluppata nel momento in cui la tecnologia l'ha richiesto. immagina la scena di bergamonti che rientra ai box e trova jeremy burgess  che gli chiede se ha riscontrato del chattering...  :matt:

E 4rt

  • Guest
Re: Kevin Schwantz
« Reply #22 on: Febbraio 02, 2013, 10:13:49 am »
Sicuramente ci saranno stati piloti che cercavano il pelo nell' uovo anche al tempo delle Norton Manx , le moto di adesso basta poco per stravolgere il loro comportamento e i piloti si sono adeguati .  Non credo che personaggi tipo Mike " the bike " oppure Agostini e Lawson  fossero meno rompiballe con i meccanici di quelli di adesso e infatti i piloti più " pane e salame " raramente hanno vinto tanto .

sgnaus

  • Guest
Re: Kevin Schwantz
« Reply #23 on: Febbraio 02, 2013, 10:15:16 am »
Sicuramente ci saranno stati piloti che cercavano il pelo nell' uovo anche al tempo delle Norton Manx , le moto di adesso basta poco per stravolgere il loro comportamento e i piloti si sono adeguati .  Non credo che personaggi tipo Mike " the bike " oppure Agostini e Lawson  fossero meno rompiballe con i meccanici di quelli di adesso e infatti i piloti più " pane e salame " raramente hanno vinto tanto .
:PDT_Armataz_01_37:

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Posts: 29234
  • Quartier del Piave (TV)
    • View Profile
Re: Kevin Schwantz
« Reply #24 on: Febbraio 02, 2013, 10:27:23 am »
Scena meravigliosa quella di Burgess! sm453
Ipotesi 1: "il che?"  :57:
Ipotesi 2: "si, chicaxxosenefrega, cambiatemi le candele che strappa"  sm444

La sensibilità cui ti riferisci, che poi è capacità tecnica più o meno sviluppata che alla fine fa la differenza, in termini di risultato. Dai a tutti la stessa moto con lo stesso setting, e vedrai che saranno non 2 o 3 (con una o 2 marche al massimo) in lizza per il podio, ma almeno una dozzina a darsi sportellate per tutta la gara. E lì emergerà un altro particolare del pilota, perchè ci sarà chi si butterà dentro e chi preferirà navigare in acque tranquille.
Oggi il primo aspetto prevale sul secondo. Il secondo non è eroismo (vallo a dire a Mamola, a Falappa o se la si mette sull'esoterico a Sheene che sanno cosa vuol dire avere tanto ferro in corpo) ma indubbiamente è quella caratteristica "romantica" che secondo alcuni attempati è essenza stessa del motociclismo, uno sport fatto da uomini coraggiosi che guardano la pista davanti a loro e l'unnica cosa che pensano è a mangiarsela in modo vorace.
Cosa penseresti se gli All Blacks se ne uscissero che i tacchetti sono troppo stondati, la palla scivola, l'erba è umida, il sudore mi brucia gli occhi?
Ed in questa situazione, i piloti ci si son messi da soli, o per lo meno ci sono stati portati da alcuni di loro. Il monogomma è nato da una pretesa precisa, e si è finiti a fare assemblee sulle modalità di sorpasso. Per evitare che qualcuno che ancora ha più cuore possa battere, assumendosi dei rischi, chi è più bravo a sfruttare una moto perfetta.
Fantic Motor TZ250 ES Scuderia Six Days
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"

Offline Valchisun

  • Moderatori
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 29423
    • View Profile
Re: Kevin Schwantz
« Reply #25 on: Febbraio 02, 2013, 10:48:16 am »
Le moto che guidavano fino a qualche anno fa' erano piu' semplici e senza tante "menate" perche' erano dotate di motori a due tempi.....adesso le moto hanno le valvole, magari con il comando pneumatico di ritorno, gli alberi a camme, gli ingranaggi della distribuzione, tutte cose, come dico sempre, completamente inutili, come inutile e' il motore a quattro tempi nelle competizioni di PROTOTIPI e non mezzi derivati dalla serie.... :PDT_Armataz_01_37:

Ktm Super Duke 1290 R

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Posts: 29234
  • Quartier del Piave (TV)
    • View Profile
Re: Kevin Schwantz
« Reply #26 on: Febbraio 02, 2013, 11:05:57 am »
Fantic Motor TZ250 ES Scuderia Six Days
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"

E 4rt

  • Guest
Re: Kevin Schwantz
« Reply #27 on: Febbraio 02, 2013, 11:11:57 am »
Le moto che guidavano fino a qualche anno fa' erano piu' semplici e senza tante "menate" perche' erano dotate di motori a due tempi.....adesso le moto hanno le valvole, magari con il comando pneumatico di ritorno, gli alberi a camme, gli ingranaggi della distribuzione, tutte cose, come dico sempre, completamente inutili, come inutile e' il motore a quattro tempi nelle competizioni di PROTOTIPI e non mezzi derivati dalla serie.... :PDT_Armataz_01_37:
Il fatto che usassero motori due tempi non vuol dire che fossero "semplici" ,  le vecchie 500 erano il massimo per i loro tempi , le Motogp lo sono per i tempi odierni . E poi i 4 tempi si sono sempre usati in tutti i campi delle competizioni  dalla pista al cross e via andare  . Sei strano , con il pensiero vivi nel passato con le azioni ti fiondi nel futuro .  :siga:

Offline Valchisun

  • Moderatori
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 29423
    • View Profile
Re: Kevin Schwantz
« Reply #28 on: Febbraio 02, 2013, 01:03:14 pm »
Veramente il motore a due tempi sarebbe il futuro,basti guardare cosa succede nel mondo dei motori fuoribordo in motonautica dove sono molto piu' attenti all'inquinamento ambientale e nel settore delle motoslitte, se la Honda, e tutti gli altri dietro, non avesse deciso che per fare cassa e' meglio rendere i motori molto complicati, con molte parti in movimento soggette ad usura, e rendere impossibile la manutenzione ordinaria all'utenza che e' costretta a dipendere dai concessionari, quello sarebbe il futuro "ideale" del motociclista, cioe' farsi prendere per il   ciapet dalla Honda? sm419
« Last Edit: Febbraio 02, 2013, 01:04:54 pm by Valchisun »

Ktm Super Duke 1290 R

Offline menca

  • Hero Member
  • *****
  • Posts: 3001
    • View Profile
Re: Kevin Schwantz
« Reply #29 on: Febbraio 02, 2013, 01:07:46 pm »
Veramente il motore a due tempi sarebbe il futuro,basti guardare cosa succede nel mondo dei motori fuoribordo in motonautica dove sono molto piu' attenti all'inquinamento ambientale e nel settore delle motoslitte, se la Honda, e tutti gli altri dietro, non avesse deciso che per fare cassa e' meglio rendere i motori molto complicati, con molte parti in movimento soggette ad usura, e rendere impossibile la manutenzione ordinaria all'utenza che e' costretta a dipendere dai concessionari, quello sarebbe il futuro "ideale" del motociclista, cioe' farsi prendere per il   ciapet dalla Honda? sm419

 :OK: Ti percuoto!! :PDT_Armataz_01_37: