Author Topic: Vecchia discesina!  (Read 2497 times)

Offline Bikerider

  • Hero Member
  • *****
  • Posts: 4397
    • View Profile
Re: Vecchia discesina!
« Reply #15 on: Febbraio 04, 2014, 10:52:50 pm »
Difatti hanno stravolto perfino la pista di Maggiora riempiendola di salti all'americana nella parte bassa della pista, il cross e' cambiato, nel bene e nel male.

E' la storia del mondo direi.
If everything seems under control, you're just not going fast enough.

KTM EXC 250 Six Days 2T
Beta evo 300 2T
Honda NC700X DCT   Il miglior elettrodomestico che abbia mai avuto

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Posts: 29094
  • Quartier del Piave (TV)
    • View Profile
Re: Vecchia discesina!
« Reply #16 on: Febbraio 17, 2014, 05:48:32 pm »
Si però... qui si spianano anche le buche tra una gara e l'altra perfino alle regionali! I ragazzi di oggi telefonano ai responsabili del MC la domenica mattina per sapere se la pista è stata rippata.  :tim: "ma proprio rippata o solo fresata?" "Ma poi è umido o asciutto? Ma asciutto-asciutto?"  :tris:

Sbaglio, o quando si andava a girare si scaricava, si versava la benza, si accendeva, si scaldava e si andava? Non è un "eravamo meglio" oppure "i bei vecchi tempi". E' che poi si dice che ci si annoia anche con le gare del mondiale MX  :SAD:

Comunque, io ho dato ed ho chiuso da un pezzo. Per cui facciano come gli pare, che i miei sono solo brontolii da vecchio rompico**ioni.  sm417
Fantic Motor TZ250 ES Scuderia Six Days
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Posts: 29094
  • Quartier del Piave (TV)
    • View Profile
Re: Vecchia discesina!
« Reply #17 on: Febbraio 17, 2014, 05:59:51 pm »
Pensate che fare i tripli (o quadrupli) che oggi si fanno nei campionati AMA o alcuni doppi nei campionati MX sia meno da pelo sullo stomaco?

Vero. Per noi. Per gli americani no. perchè il regolamento AMA impone dimensioni standard agli ostacoli, quindi altezza e lunghezza di una doppia, distanza tra le creste dei whoops e così via. Quindi da circuito a circuito la differenza sta nella disposizione degli ostacoli, per il resto sono sempre gli stessi.
Noi, o almeno io, sulla pista su cui si girava una volta la settimana, anche due in estate, i primi giri li si faceva quasi al minimo, per impararla di nuovo, era sempre diversa.
Quanto alla eliminazione di alcuni ostacoli naturali, sono d'accordo che sia stato meglio toglierli o ridurli, però a una moto con telaio e sospensioni di oggi, saltar giù dalla cava del Tittoni o buttarsi da un discesone del Ciglione gli avrebbe fatto un baffo. Mezzo, và!  sm444
Fantic Motor TZ250 ES Scuderia Six Days
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"