Autore Topic: La moto da viaggio  (Letto 2380 volte)

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 29627
  • Quartier del Piave (TV)
    • Mostra profilo
La moto da viaggio
« il: 09 Novembre 2012, 15:36:54 »
No, abbiate pazienza. Fermiamoci un attimo, stop, break, time-out.
Ma qua ce stanno pigghiannu pu culu...  :96: E noi fessi che gli andiamo dietro.  sm403
Posso capire se, come per molti di noi, il viaggio comprende una divagazione verso una spiaggia (attraversando magari il deserto des Agriates) o per raggiungere una baita. Posso capire che quando la moto smette la funzione di mulo possiamo decidere di far correre la cavallona su qualche sterro.
Ma per fare il viaggiatore, quello che macina bitume e basta, perchè mai ci compriamo una cosiddetta Superenduro? E perchè di dicono che per viaggiare occorre quella?
Mi sa tanto che hanno convertito in opportunità una tendenza, ancora una volta.
L'abbiamo letto, e detto, spesso anche qui: "la viaggiatrice per eccellenza è il GS". ma allora la BMW checcaxxo produce a fare la RT? Sarà più adatta, la RT o no!

La Yamaha da viaggio si chiama SuperTeneré. Mavattapijander...  :098:  E la FJR?? E' un costoso fermacarte? vabbè che costa meno di uno comprato da Tiffany, però visto che ha due ruote, una bella sella comoda, tanto ma tanto spazio per il bagaglio della Signora, e anche la presa USB per le Compiléscion, quasi quasi mi viene il sospetto che sia stata concepita per viaggiare, e non per andare al lavoro. oddio, volendo...però unisco gli svantaggi di un'auto a quelli di una moto: rimango intrappolato nel traffico, e se piove non ho nemmeno la cappotta.

Multistrada? Magari si, però solamente perchè non esiste, in casa Rossa, una vera Tourer da quando a Borgo Panigale hanno dismesso la famiglia ST. Che poi è un gran peccato, perchè fare turismo a lungo raggio con una moto che di concetto era una SS, magari a sera ti spaccava i polsi, ma ti divertivi il doppio. Ma il precedente gestore volle che si "enfatizzasse" l'anima sportiva, uno che non ha mai capito una mazza di Ducati ed altrettanto gliene è importato, e la prima cosa su di essa che domandò fu "quanto costa?"

Honda. Ma la CrossTourer, naturalmente! E quel gioiello per le chiappe che è la VFR lasciamola a languire in fondo allo showroom, che tanto solo il nostalgico demodé potrà chiederla. Che poi il nostalgico si godrà la passeggiata tre volte meglio lo diciamo? ma naturalmente no.

Potrei andare avanti all'infinito. Ma secondo voi ho ragione o torto a pensarla così?
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"

sgnaus

  • Visitatore
Re: La moto da viaggio
« Risposta #1 il: 09 Novembre 2012, 16:22:27 »
chiaro che tutto (ma proprio tutto) segue le mode, se poi queste siano create dalle case (come penso io) o siano in risposta alle reali esigenze del pubblico non lo so, potremmo restarcene qui a disquisire per giorni senza arrivare ad una risposta. però c'è un dato di fatto: le enduro da viaggio, sono moto che hanno avuto successo perchè hanno unito un'aspetto sportivo ad una funzione utilitaristica, basta girare epr milano e guardare quante moto di quel genere lì circolano. è vero che esiste la rt o la fjr ma sono moto brutte, vecchie, poco attraenti, vuoi mettere quanto sia più giovanile un gs o una supertenerè (secondo me la migliore in asosluto), vuoi mettere quanto sia molto più appagante circolare con un mezzo dall'aspetto sportivo piuttosto che con una moto-carciofo da dentisti? e poi diciamo la verità, con le endurone da viaggio, non ci puoi far quel grande fuoristrada che ti mostrano nelle promo, però puoi provare a fare dei tratti non asfaltati che da un punto di vista telaistico potresti anche fare con la r1 però poi ne risentirebbero le gomme, non avresti l'escursione adeguata degli ammortizzatori e via discorrendo. personalmente trovo le endurone le uniche vere moto intelligenti, ad esclusione di qualcuna che, parlando seriamente e senza voler fare un discorso di jap o mica jap, a me fanno letteralmente  sm454 anche se montano motori da sbk, o forse anche per quello...

Offline kermit

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 7571
    • Mostra profilo
Re: La moto da viaggio
« Risposta #2 il: 09 Novembre 2012, 16:40:15 »
beh... già ai tempi delle 600/650 mono era la moto tuttofare....
ora certo se si parla di turismo a lungo raggio e' un conto, ma le maxi enduro sono più versatili!
le enduro in città hai il manubrione che passa sopra gli specchietti delle auto, anche se ultimamente con i monovolume non è cosi ovvio... l'ampio raggio di sterzo e le masse basse si riesce a muoversi nel traffico con discreta agilità....
usciti dalla città ce ne e' abbastanza come protezione, capacità di carico, potenza, autonomia, comfort per soddisfare gran parte dei viaggi... inoltre io preferisco la posizione "braccia penzoloni" delle enduro, anche se poi non devi essere troppo dritto con la schiena per attutire le sollecitazioni...
conclusione... le maxitourer sono una nicchia di chi vive in moto, le maxienduro sono più versatili dando anche la possibilità (o la sensazione almeno) di poter girare il mondo intero e nessuna strada ti ferma!
Cerchiamo di lasciare il mondo migliore di come lo abbiamo trovato!

Cagiva Elefant 750 monofaro- la regina

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 29627
  • Quartier del Piave (TV)
    • Mostra profilo
Re: La moto da viaggio
« Risposta #3 il: 09 Novembre 2012, 16:48:07 »
Beh, oddio, "viaggio" qui non è inteso come la gita fuori porta. Piuttosto direi: che me ne faccio di una Tourer quando non viaggio? E qui forse si sposta un altro pochino l'ago della bilancia verso le maxi-similenduro. E quindi potrebbe essere: "Endurona bene per ogni giorno, meno bene per quei 2 o 3 viaggi l'anno ma chi se ne frega!"..
Eh?  :93:
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"

Offline cota

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1734
    • Mostra profilo
Re: La moto da viaggio
« Risposta #4 il: 09 Novembre 2012, 16:55:53 »
Caro Alex ti do' ragione  sm13 .Per i lunghi viaggi ci sono modelli di ogni marca specialistici (vedi Honda Gold Wing,ecc, ecc),per la sparata antistress le sportive di ogni cilindrata.Ma chiediamoci da dove e' iniziata la saga delle Enduro Stradali ? A mio parere da una moda tutta anni 80 (che tempi!!!),complice la Parigi Dakar e da li' e' partito tutto.Prima chi si sognava,parlo dei comuni mortali e non di eccentrici piloti che partivano per un raid epici anche con mezzi non consoni allo scopo,di intraprendere lunghi viaggi con delle Scrambler?Il fascino della P/D ha contagiato molti,anche me  :67: ,ma come tutte le cose vorrei ma non posso,la sabbia del deserto si e' trasformata in asfalto.E allora giu' a macinar Km in tutta Europa maledicendo ogni volta che si scendeva,la sella, le sospensioni,le vibrazioni e il cupolin.Le attuali ES,ATV,mucche , come simpaticamente vengono chiamate,a mio parere vanno bene per viaggi a medio raggio, per fare passi di montagna, vedi il Rest,  raggiungere amene localita' dove possibile,tragitto casa/lavoro(ma basterebbe una 650)ma sempre entro un certo limite.Il termine Enduro su quella tipologia di moto lo toglierei subito. :96:

sgnaus

  • Visitatore
Re: La moto da viaggio
« Risposta #5 il: 09 Novembre 2012, 17:00:21 »
non ho presente le classifiche di vendita, cosa che guardo raramente a dire il vero, ma il mercato ha già dato la sua sentenza: endurone sì, moto da viaggio no.
sostanzialmente le cose stanno così e poi con le enduro di oggi, vai ovunque, perchè le endurone stanno alle moto quanto i suv stanno alle auto, se si vendessero più moto da viaggio probabilmente si venderebbero più stationwagon, invece non è così

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 29627
  • Quartier del Piave (TV)
    • Mostra profilo
Re: La moto da viaggio
« Risposta #6 il: 09 Novembre 2012, 17:34:06 »
Ma infatti si vendono molte più SW che SUV!  :tim:
Ma allora si torna al postulato iniziale, che la Maxi è una esigenza creata?
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"

sgnaus

  • Visitatore
Re: La moto da viaggio
« Risposta #7 il: 09 Novembre 2012, 17:38:22 »
Ma infatti si vendono molte più SW che SUV!  :tim:
Ma allora si torna al postulato iniziale, che la Maxi è una esigenza creata?
mmmboh!
in effetti qui da noi non so, citavo dei dati che ho letto di recente sul mercato USA. allora l'esempio non va bene

Offline kermit

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 7571
    • Mostra profilo
Re: La moto da viaggio
« Risposta #8 il: 09 Novembre 2012, 17:46:22 »
mmmboh!
in effetti qui da noi non so, citavo dei dati che ho letto di recente sul mercato USA. allora l'esempio non va bene
beh credo che viaggiatori vacanzieri siano sempre un po' meno, soprattutto in italia... in sardegna avevo visto uno col carrello con su fjr (o simili) e gs 1200... due coppie tedesche con macchina e 2 moto....
cioe' la versatilità delle maxienduro e' un grosso vantaggio, per cui non so quanto sia un esigenza che ci hanno creato, o quanto oltre alla moda, ci sia un'accurata scelta....
la mia mucchina e' arrivata da una scelta... non avrei voluto quella in particolare, ma rispondeva a tante caratteristiche per l'utilizzo, ed inoltre e' un assegno circolare...
« Ultima modifica: 09 Novembre 2012, 18:08:39 da alex »
Cerchiamo di lasciare il mondo migliore di come lo abbiamo trovato!

Cagiva Elefant 750 monofaro- la regina

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 29627
  • Quartier del Piave (TV)
    • Mostra profilo
Re: La moto da viaggio
« Risposta #9 il: 09 Novembre 2012, 17:48:01 »
la mia mucchina e' arrivata da una scelta... non avrei voluto quella in particolare, ma rispondeva a tante caratteristiche per l'utilizzo, ed inoltre e' un assegno circolare...

informati bene, perchè potresti avere una sorpresa da un eccesso di offerta...
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"

E 4rt

  • Visitatore
Re: La moto da viaggio
« Risposta #10 il: 09 Novembre 2012, 17:50:05 »
Guarda Alex , per mè esistono solo le enduro stradali intese come moto da viaggio e da tutti i giorni , le altre le trovo limitate. Questo anche perchè non posso permettemi le moto che vorrei , altrimenti per la città userei una moto come la Honda crf-l 250 , per i viaggi lunghi una HD Electra Glide  , per i giretti fuori porta una moto come la mia V-Strom , che faccio continuo ?  Le endurone stradali sono un compromesso , magari le cilindrate adesso sono alte ma il mercato va in quella direzione .

Offline kermit

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 7571
    • Mostra profilo
Re: La moto da viaggio
« Risposta #11 il: 09 Novembre 2012, 17:56:58 »
la mia mucchina e' arrivata da una scelta... non avrei voluto quella in particolare, ma rispondeva a tante caratteristiche per l'utilizzo, ed inoltre e' un assegno circolare...

informati bene, perchè potresti avere una sorpresa da un eccesso di offerta...
non so se le vendono, ma gli annunci che ho visto recentemente... erano vicini al prezzo che ho pagato io...
Cerchiamo di lasciare il mondo migliore di come lo abbiamo trovato!

Cagiva Elefant 750 monofaro- la regina

Offline Valchisun

  • Moderatori
  • Hero Member
  • *
  • Post: 30075
    • Mostra profilo
Re: La moto da viaggio
« Risposta #12 il: 09 Novembre 2012, 21:35:35 »
Dobbiamo partire dal presupposto che fare le sterrate militari di alta quota o anche bassa...tolta l'indubbia bellezza dei panorami, e' di una noia rivoltante, soddisfazione di guida meno di zero,pericolo di volare di sotto se ci si lascia prendere dalla foga, e visto che le maxi enduro da viaggio non concedono altro che percorrere a bassa andatura quel genere di percorsi, sperando soprattutto di non trovare rotaie di fango a mandare in vacca il giro e le carene in carbon look, ritengo che si possa tranquillamente fare a meno di avere delle moto stradali con il manubrio largo ma dal peso di 250 chili senza il pieno!
Quindi la vera moto per fare del turismo e'....la moto da turismo, sono convintissimo che nel giro di qualche anno il marketing volgera' da quella parte, quindi dopo Indiana Jones sara' la volta di un nuovo testimonial.... sm419

Ktm Super Duke 1290 R

sgnaus

  • Visitatore
Re: La moto da viaggio
« Risposta #13 il: 10 Novembre 2012, 15:32:12 »
oddio è vero che le mode cambiano, ma la moto turismo è una moto ad emozioni zero ed infatti è praticamente scomparsa e forse defunta, non so da dove si possa trarre la considerazione che le endurone siano destinate a scomparire, ma credo proprio che dopo quasi trent'anni di onorata carriera, abbiano loro sostituito in toto le moto da turismo.
nel mio piccolo posso dire che, io e mio fratello, con le endurone abbiamo viaggiato comodamente con moglie al seguito e bagagli da caponord al deserto tunisino, dal portogallo alla bosnia, più qualche tour perimetrale della francia, della germania e dell' austria e sinceramente, di turistiche ne ho viste un gran poche. più facile trovare qualche tedesco con hypersport piuttosto...
 :mm:

Offline ste71

  • Full Member
  • ***
  • Post: 105
    • Mostra profilo
Re: La moto da viaggio
« Risposta #14 il: 11 Novembre 2012, 08:51:01 »
C'è anche da dire che le endurone stradali avranno si molto poco di enduro, ma in ambito stradale vanno non bene, ma stra-bene!
Viste dall'ottica di chi le usa come moto da viaggi di più giorni, sono comode per guidatore e passeggero a tutte le andature, le puoi caricare come muli, veloci potenti e ben frenate.... Insomma io riesco a vedere solo pregi.

Per quasi tutte (gs in primis) esiste una serie di accessori per personalizzarla ed adattarla ai propri gusti o necessità.

Poi sono indiscutibilmente di moda, il marketing fa molta leva sul l'impatto emozionale del concetto di "adventure". Per questo sono in assoluto le più vendute, ed è forse il genere che mantiene più valore sul mercato: basta vedere la differenza svalutazione tra GS e RT, ma per le altre case la proporzione è uguale se non peggio.

Inoltre, mentre la endurona si trova relativamente a proprio agio anche per spostarsi in città e per la gita fuori porta, per le granturismo questo è un po' meno valido. Oltre al fatto che alle prime si possono ad esempio togliere borse e bauletti, alle seconde no.

Infine, io non sono un gran manico ma con l'enduro stradale (ho una Tiger 800 XC, ma anche col GS ed il 990 ADV che ho provato a lungo) sui percorsi di collina e montagna mi sento decisamente più veloce che con una moto puramente stradale.

In definitiva io non avrei dubbi: anche senza il condizionamento del marketing e delle mode, per lunghi viaggi prenderei sicuramente una enduro stradale. E poi qualche strada bianca nei miei giri ci scappa sempre.
Beta Evo
Harley Davidson Dyna Street Bob
Triumph Tiger 800 XC