Autore Topic: Differenze da capire  (Letto 15868 volte)

sgnaus

  • Visitatore
Differenze da capire
« il: 20 Novembre 2012, 09:25:06 »
6 domande da ignorante assoluto quale sono io in materia di trial e simili:

1) ma se basta un kit LR per trasformare una trial in moto da motoalpinismo, le varie explorer, t-ride e freeride, a chi si rivolgono?

2) cosa offrono in più o in meno le une rispetto alle altre?

3) a parte kappa, i motori delle t-ride e compagne hanno le stesse caratteristiche delle moto da trial?

4) la rapportatura del cambio/trasmissione è identica alle moto da trial, o è più distesa?

5) si può fare del turismo in montagna con una moto col kit LR o rimane una cosa limitata?

6) mi sono seduto sulla explorer all'eicma e mi è sembrata molto piccola sotto la mia mole, uno come me alto 1,85 e del peso di 130 kg (e passa), ci può andare con una moto del genere o la disentegra?
« Ultima modifica: 20 Novembre 2012, 14:53:48 da alex »

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 29814
  • Quartier del Piave (TV)
    • Mostra profilo
Re: Il nuovo Kit da motoalpinismo per la Ossa Tr 280 I.
« Risposta #1 il: 20 Novembre 2012, 09:26:31 »
Sarebbe una bella discussione riassuntiva di quanto detto a spizzico qui e là... che titolo le daresti?  :OK:
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"
SWM RS 500 R

lazzaro54

  • Visitatore
Re: Il nuovo Kit da motoalpinismo per la Ossa Tr 280 I.
« Risposta #2 il: 20 Novembre 2012, 09:38:47 »
6 domande da ignorante assoluto quale sono io in materia di trial e simili:

1) ma se basta un kit LR per trasformare una trial in moto da motoalpinismo, le varie explorer, t-ride e freeride, a chi si rivolgono?

2) cosa offrono in più o in meno le une rispetto alle altre?

3) a parte kappa, i motori delle t-ride e compagne hanno le stesse caratteristiche delle moto da trial?

4) la rapportatura del cambio/trasmissione è identica alle moto da trial, o è più distesa?

5) si può fare del turismo in montagna con una moto col kit LR o rimane una cosa limitata?

6) mi sono seduto sulla explorer all'eicma e mi è sembrata molto piccola sotto la mia mole, uno come me alto 1,85 e del peso di 130 kg (e passa), ci può andare con una moto del genere o la disentegra?

1) non è proprio così ... i vari kit l.r. portano al massimo 4/5 litri, le altre da te citate arrivano anche a 8-9 .. costano qualcosina meno perchè hanno componentistica inferiori, sono meno estreme e più amichevoli nella guida ..... potrebbe essere la stessa differenza tra un'enduro racing e una dual sport ....

2) come detto prima, le trial pure hanno componentistica migliore (di solito le sospensioni) e permettono di fare cose + estreme ( x chi ne è capace) ... ad esempio al campetto o in tratti particolarmente hard è meglio nn avere sella e serbatoio sotto il c...

3) in linea di massima sì, poi giochi sui rapporti pignone-corona, mappature e qualche passaggio interno, ma poca cosa se si vuole contenere i costi ......

4) dovrebbe essere più distesa, vale quanto detto al punto 3

5) dipende cosa intendi per turismo ..... sentieri molto molto hard penso di no (a meno che ti chiami Blasuziak) ma qualche belo sentierino perchè no ..... però sono 3 moto diverse, la KTM è meno propensa all'hard rispetto a Scorpa e quest'iultima ancora meno rispetto all'explorer, la più trialistica delle 3 (sia x misure che per i pesi); con l'explorer sposti l'asticella più in alto rispetto alle altre 2

6) ho visto moto da trial guidate da persone di 150 e passa kg, in teoria dovrebbero reggere, certo che se prendi una buca mentre scendi a cannone su una carreggia larga forse qualche problema potrebbero averlo (meno la Freeride che l'Explorer in questo caso .... )


tieni sempre presente che sono moto per andare ad andature tranquille, un pò più veloci di un trial ma nn più di tanto ....... come già detto l'explorer è la più trialistica, la Freeride la più enduristica, la Scorpa sta nel mezzo ..... 

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 29814
  • Quartier del Piave (TV)
    • Mostra profilo
Re: Il nuovo Kit da motoalpinismo per la Ossa Tr 280 I.
« Risposta #3 il: 20 Novembre 2012, 09:50:18 »
6) ho visto moto da trial guidate da persone di 150 e passa kg, in teoria dovrebbero reggere, certo che se prendi una buca mentre scendi a cannone su una carreggia larga forse qualche problema potrebbero averlo (meno la Freeride che l'Explorer in questo caso .... )

Su questo sarei perplesso a priori e salva smentita dei fatti. Il telaio della Freeride è rimasto tale e quale quello che è stato progettato per inserire dall'alto un pacco batteria della versione E. Giocoforza è quindi dimensionato in maniera piuttosto obbligata e potrebbe (condizionale) avere punti sollecitati in modo anomalo ad alte andature e relative sollecitazioni.
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"
SWM RS 500 R

sgnaus

  • Visitatore
Re: Il nuovo Kit da motoalpinismo per la Ossa Tr 280 I.
« Risposta #4 il: 20 Novembre 2012, 11:07:25 »
e non potrebbe essere invece surdimensionato per il motore 4t e reimpiegato paro paro per il motore elettrico?

Offline vin-lap

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3460
  • Pordenone - FVG
    • Mostra profilo
Re: Il nuovo Kit da motoalpinismo per la Ossa Tr 280 I.
« Risposta #5 il: 20 Novembre 2012, 11:37:29 »
e non potrebbe essere invece surdimensionato per il motore 4t e reimpiegato paro paro per il motore elettrico?
anche perché il 4t è in produzione,
la versione elettrica per il momento mi sembra ancora in sviluppo.....

Ciao
Vincenzo
moto varie.....

Circus70

  • Visitatore
Re: Il nuovo Kit da motoalpinismo per la Ossa Tr 280 I.
« Risposta #6 il: 20 Novembre 2012, 12:04:09 »
Mio pensiero :
piu che cercare differenze tra le due filosofie direi che andrebbe visto con ottica “sincera”  cosa si vuole fare del mezzo …….
visto che siamo nel forum Ossa per non andare O.T. metterei in confronto la TR e la Explorer
1)   una moto da Trial rimane da Trial …..puoi  adattare un kit LR ma rimane una moto estrema ….sia come ciclistica che come motore …… e chi sale  per la prima volta ha bisogno di un periodo di “ rodaggio “ anche per fare le prime uscite facili ….. impostazione e tecnica di guida senza compromessi ….quindi consigliabile solo per  per sentieri estremi …..
Explorer  è stato un buono progetto ma è un compromesso che non è piaciuto molto …..poi questa uscita del Kit LR anche per la TR 280 ….. la dice lunga sul successo di questo modello ….. forse non è stata compresa per il suo reale valore ma il motociclista è strano …….

2)   non è che una offre meno dell’ altra …… direi che una è stato progettata per uno scopo diverso dall’ altra …..la TR è una moto da Trial quindi la sua fascia ideale sarebbe la Zona e il Sentiero Hard …..poca autonomia e “ Confort “ ridotto …..l’ Esplorer ha molti particolari in comune con là TR ma diciamo che è impostata per percorrenze più lunghe e strutturata per essere in regola con il codice della strada …..

3)   con l’ inezione  cambiare il carattere al motore con l’ attrezzatura è questione di pochi minuti comunque le differenze sono poche …….. solo  pignone e corona ……
.
4)   rapporti un po’ più lunghi ………

5)   qui bisogna vedere cosa intendi come turismo ……. vedo persone con il Trial che fanno tutti i fine settimana sentieri da enduro con tratti da enduro estremo …… poi mi imbatto in Enduristi che in preda al raptus “ dell’ estremo “ si cimentano in tratti che anche con un trialista con  medie capacità fa fatica  ……forse se si scambiassero le moto un giorno sarebbero soddisfatti entrambi considera che fare 120 km con un Trial su un sentiero da Trial è un po’ dura …..anche perché si marcia a medie non molto alte …….
Esplorer può venirti incontro  sè fai dei sentieri più facili …….magari trasferimenti più comodi …..e delle percorrenze più lunghe ……però dare delle moto da turismo è una forzatura per ambedue …..almeno per quello che penso io come turismo …….
6)   io sono alto quanto tè ma qualche kg meno …….manubrio piega alta e un bella preparazione forcella e mono ……senza di quella “ là spinta “ non è avvertibile ……le moto di solito sono tarate per un pilota da 70kg ……quindi fai il conto tè ……


sgnaus

  • Visitatore
Re: Il nuovo Kit da motoalpinismo per la Ossa Tr 280 I.
« Risposta #7 il: 20 Novembre 2012, 14:37:57 »
Sarebbe una bella discussione riassuntiva di quanto detto a spizzico qui e là... che titolo le daresti?  :OK:

"differenze da capire"
il titolo potrebbe essere questo anche perchè osservando le moto dal vero ed in foto, riscontro una certa sovrapposizione estetica che m'induce a pensare che non sia solo... estetica!
ma proprio per capire meglio ho chiesto delle spiegazioni
 :OK:

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 29814
  • Quartier del Piave (TV)
    • Mostra profilo
Re: Il nuovo Kit da motoalpinismo per la Ossa Tr 280 I.
« Risposta #8 il: 20 Novembre 2012, 14:53:02 »
Eseguo!  :OK:
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"
SWM RS 500 R

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 29814
  • Quartier del Piave (TV)
    • Mostra profilo
Re: Il nuovo Kit da motoalpinismo per la Ossa Tr 280 I.
« Risposta #9 il: 20 Novembre 2012, 14:57:23 »
e non potrebbe essere invece surdimensionato per il motore 4t e reimpiegato paro paro per il motore elettrico?
anche perché il 4t è in produzione,
la versione elettrica per il momento mi sembra ancora in sviluppo.....

Ciao
Vincenzo

La versione elettrica ha dato il "La" al progetto Freeride ed è regolarmente commercializzata, limitatamente ai Paesi europei più sensibili alla circcolazione fuoristrada e già attrezzati per tale categoria, ossia Svezia, Germania e... non mi ricordo più  smban
Il 4T 350 è stato successivamente introdotto ed adattato alla tipologia di utilizzo, per avere una commercializzazione più ampia che consentisse il ritorno dell'investimento grazie alle centinaia di fessi appassionati in circolazione.
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"
SWM RS 500 R

Offline vin-lap

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3460
  • Pordenone - FVG
    • Mostra profilo
Re: Il nuovo Kit da motoalpinismo per la Ossa Tr 280 I.
« Risposta #10 il: 20 Novembre 2012, 16:26:49 »
............
La versione elettrica ha dato il "La" al progetto Freeride ed è regolarmente commercializzata, limitatamente ai Paesi europei più sensibili alla circcolazione fuoristrada e già attrezzati per tale categoria, ossia Svezia, Germania e... non mi ricordo più  smban
Il 4T 350 è stato successivamente introdotto ed adattato alla tipologia di utilizzo, per avere una commercializzazione più ampia che consentisse il ritorno dell'investimento grazie alle centinaia di fessi appassionati in circolazione.
Tu hai fonti certe?
qui parla dell'anno prossimo (e non sanno ancora se con batterie a nolo.....) smcon
http://www.faz.net/aktuell/technik-motor/ktm-freeride-e-kraft-ohne-krawall-11790411.html

Ciao
Vincenzo

Anche qui:
http://www.nachrichten.at/nachrichten/wirtschaft/KTM-verschiebt-Marktstart-der-ersten-E-Motorraeder-auf-2013;art15,757184
non prima del 2013..... :SAD:
« Ultima modifica: 20 Novembre 2012, 16:31:35 da vin-lap »
moto varie.....

sgnaus

  • Visitatore
Re: Differenze da capire
« Risposta #11 il: 20 Novembre 2012, 17:16:40 »
comunque anche dalle risposte date, mi pare di capire che il "nuovo" filone motoalpinistico, sia incanalato in una direzione volta forse, a svilupparsi in un' ulteriore nicchia di mercato che probabilmente andrà via via specializzandosi autonomamente, mi pare del resto che ci sia poca similitudine tra le trial pure e le moto con la sella, o diciamo che c'é meno parentela di quanto sembri.
freeride a parte, se dal vivo la explorer (tanto per fare un esempio che ho visto dal vero) si confonde un poco con una trial con il kit LR, lazzaro mi fa notare che in realtà la differenza è più qualitativa che filosofica, allora mi domando a che esigenza rispondano le nuove moto da motoalpinismo? sono solo moto più comode? si può forse dire che ci sia la stessa parentela che c'è tra una dual e una enduro racing replica?
se così fosse, sarebbe un po' strano constatare come se da un lato le moto ibride siano quasi scomparse e dall'altro invece, stiano nascendo come filone nuovo
« Ultima modifica: 20 Novembre 2012, 17:18:16 da sgnaus »

Offline vin-lap

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3460
  • Pordenone - FVG
    • Mostra profilo
Re: Differenze da capire
« Risposta #12 il: 20 Novembre 2012, 17:25:15 »
comunque anche dalle risposte date, mi pare di capire che il "nuovo" filone motoalpinistico, sia incanalato in una direzione volta forse, a svilupparsi in un' ulteriore nicchia di mercato che probabilmente andrà via via specializzandosi autonomamente, mi pare del resto che ci sia poca similitudine tra le trial pure e le moto con la sella, o diciamo che c'é meno parentela di quanto sembri.
freeride a parte, se dal vivo la explorer (tanto per fare un esempio che ho visto dal vero) si confonde un poco con una trial con il kit LR, lazzaro mi fa notare che in realtà la differenza è più qualitativa che filosofica, allora mi domando a che esigenza rispondano le nuove moto da motoalpinismo? sono solo moto più comode? si può forse dire che ci sia la stessa parentela che c'è tra una dual e una enduro racing replica?
se così fosse, sarebbe un po' strano constatare come se da un lato le moto ibride siano quasi scomparse e dall'altro invece, stiano nascendo come filone nuovo
aggiungo una mia domanda:
la moto da motoalpinismo diventa una dual leggera?

Ciao
Vincenzo
moto varie.....

Offline kermit

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 8063
    • Mostra profilo
Re: Differenze da capire
« Risposta #13 il: 20 Novembre 2012, 17:32:50 »
la moto da motoalpinismo deve essere un trasformer adatta in ogni tipo di percorso!
comoda in trasferimento, con rapporti adatti e sella ok, deve essere bella tosta per i tratti off scorrevoli, deve essere leggera, e deve saltare senza fatica su ogni ostacolo, senza tralasciare il discorso di poca rumorosità, di autonomia... e sensazioni di guida...
Cerchiamo di lasciare il mondo migliore di come lo abbiamo trovato!

Triumph scrambler 1200
EM escape

Offline vin-lap

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3460
  • Pordenone - FVG
    • Mostra profilo
Re: Differenze da capire
« Risposta #14 il: 20 Novembre 2012, 17:36:23 »
la moto da motoalpinismo deve essere un trasformer adatta in ogni tipo di percorso!
comoda in trasferimento, con rapporti adatti e sella ok, deve essere bella tosta per i tratti off scorrevoli, deve essere leggera, e deve saltare senza fatica su ogni ostacolo, senza tralasciare il discorso di poca rumorosità, di autonomia... e sensazioni di guida...
esiste una moto così smcon

ciao
Vincenzo
moto varie.....